Annuncio: Vagabond

Ci ho pensato. Giuro che ci ho pensato tanto. Perché abbiamo altri progetti in mente da fare, e aggiungerne altri che non sono ancora andati in onda non è esattamente la nostra priorità. Ma… Ma Vagabond va in onda nel 2019, e da qui ad allora c’è un sacco di tempo. Confido che riuscirò a compiere altre dramiche imprese prima che arrivi il momento di dedicarmi alla sua traduzione. Perciò spero che la mia socia la ritenga una scusa abbastanza valida per non picchiarmi.

Buoni motivi per guardare Vagabond: Lee Seung-gi e Suzy si riuniscono dopo uno dei miei drama preferiti, Gu Family Book. E non in una storia normale, bensì in una di spie, il che ricorda molto stranamente proprio il finale di Gu. Pertanto credo che in molti guarderanno Vagabond proprio per questo motivo, perché lo vedranno come il sequel che non c’è mai stato (per me di sicuro sarà così). Vedremo un po’ che cosa ne verrà fuori!

Annunci

Il quarto anno insieme + Annuncio: Dae Jang-geum

DaeJangGeumOggi inizia il quarto anno di attività del nostro gruppo, e mi sembra doveroso spenderci qualche parola, oltre a sentirne la necessità. Posso dire che il mio amore per la traduzione sia nato nel 2009 traducendo Pretty Cure Blue Moon, una fanseries che ho ancora cara nel cuore e che mi ha fatto considerare d’intraprendere questa carriera professionalmente, salvo poi rendermi conto che le storie che avrei voluto portare al pubblico italiano erano in lingue che non conoscevo abbastanza – o per niente. Così è continuata alacremente l’attività amatoriale, con i manga per Mangaland, oltre che altre traduzioni per mio uso personale nel corso degli anni. Fatto sta che, avendo a che fare ogni singolo giorno con l’inglese (una lingua che mi è sempre piaciuta), essendo una che frequenta siti praticamente solo in questa lingua, anche ora lotto contro me stessa per scrivere queste parole in italiano invece che in inglese. Ho la sensazione, usando l’inglese, di non poter mentire e di parlare con il cuore.

Non avrei mai immaginato d’intraprendere, un giorno, anche la via del fansub. È successo durante la visione di Scarlet Heart, quando il pensiero “voglio tradurre questi dialoghi” mi ha attraversato la mente e messo radici. Credevo che sarebbe stato solo episodico, invece le serie si sono moltiplicate, tanto che, rendendoci conto che quei primi passi nel mondo del fansub non sarebbero stati gli unici, ci siamo velocemente date un nome e inaugurato questa nuova avventura insieme, io e chiyako92.

Ci sono quei drama che ti conquistano dal primo all’ultimo episodio, che sembrano fatti apposta per te, che ti fanno emozionare, agitare, piangere fiumi di lacrime, e in pratica vivere attraverso di loro (è stato il caso di Queen Seondeok); altri che hanno una trama solida che non vacilla, mantengono la loro coerenza, li lasci senza alcun sentimento particolare di rimpianto, pronta per un nuovo drama, e che poi continuano a tornarti in mente, magari nei momenti più inaspettati, ed è allora che ti rendi conto che quel drama ti ha lasciato un’impressione più forte di quanto ti aspettassi e che ti è piaciuto più di quanto credessi. Sono forse queste le storie più preziose, che ritornano proprio perché, impercettibilmente, hanno toccato il tuo mondo in tantissimi aspetti.

Sono principalmente questi i motivi che ci spingono a scegliere una serie, e pertanto raramente annunciamo qualcosa a scatola chiusa, perché né una trama accattivante, né un attore o un’attrice particolare sono sinonimo di serie apprezzabile. Nell’ultimo anno e mezzo abbiamo valutato alcuni drama da tradurre, oltre a quelli già annunciati, con risultati differenti. A giugno 2016, xxshivaxx commentò su Queen Seondeok che aveva molto apprezzato il periodo dei Tre Regni durante il quale era ambientato, e risposi che stavamo pensando di tradurre un altro drama ambientato più o meno nello stesso periodo. Si trattava di Prince Seodong, della stessa sceneggiatrice, ma, dopo averlo visto, abbiamo deciso di lasciar perdere. Intanto, per problemi tecnici: dopo l’episodio 17, gli unici sottotitoli disponibili sono quelli dei DVD, dalla grammatica fantasista e improponibile (anche se, mettendo insieme un po’ di dedizione, la trascrizione in coreano degli episodi che si trova online, il blog di Priscilla – la traduttrice degli episodi precedenti – e qualche rudimento di coreano, è possibile tirarne fuori qualcosa di decente); le raw, già piuttosto rare, hanno sei o sette episodi nei quali dei disturbi video si mangiano pezzi di puntata, da pochi secondi a interi minuti; ma, soprattutto, a parte qualche guizzo in più a metà, è stata piuttosto noiosa.

Un drama che invece ha superato lo scrutinio è Dae Jang-geum, o Jewel in the Palace, che è la prova che a volte non sono favoleggiamenti vari a colpire nel segno, ma la forza dei dialoghi, che, con la loro ricchezza di termini culinari e medici, hanno parlato al cuore di traduttrici che è in noi. Pertanto, abbiamo deciso di lanciarci in questo drama, che è un po’ una tappa obbligata per ogni doramista, e che sicuramente non può che essere più approcciabile in italiano. La traduzione è partita da un paio di mesi e gli episodi usciranno in pacchetti da 11: fazzoletto al collo, cucchiaio in una mano e bacchette nell’altra, preparatevi ad abbuffarvi al surasang di una delle cuoche più famose di Corea. Buon anniversario!

Annuncio: Misty

C’è un drama che sta sbancando – in termini di ascolti e di critica – sulla JTBC, e sto parlando di Misty. È passato inosservato al mio radar fino a un mesetto fa quando, guardando la prima recensione di Welcome to Waikiki su bah-doo.com, decisi di dare un’occhiata, per curiosità, anche a quella di Misty. Trovai un drama per adulti, con episodi vietati ai minori (una rarità) e decisamente non i soliti rom-com che, crescendo, mi stanno dando la noia. Che dire, mi ha conquistato, e non vedo l’ora di vederlo e di tradurlo. La scheda del progetto verrà uppata nelle prossime ore, con una trama un po’ più estesa e precisa di quella che si trova in rete. Come tempo di attesa, prima farò Waikiki e dopo passerò a Misty, quindi credo di poter affermare con una certa sicurezza che sarà il drama estivo del TFPA. Restate sintonizzati!

Annuncio: Woohoo Waikiki

Credo che nessun drama abbia mai avuto un titolo ridicolo come questo! XD Woohoo Waikiki è il nuovo drama della JTBC, una commedia esilarante su tre ragazzi la cui vita sta andando a rotoli, che arrivano a gestire una pensione chiamata “Waikiki”… ma non andrà esattamente come pianificato. Il casting dei tre protagonisti è già stato completato: Kim Jung-hyun interpreterà “l’icona della sfortuna” Kang Dong-gu, che sogna di diventare regista cinematografico e ha già avuto a che fare con il mondo dello spettacolo, ma tutta una serie di disavventure ha reso cinico il suo cuore tenero. Lee Yi-kyung sarà invece il pazzo attore combina-guai Chun Joon-ki, che causa sempre qualche problema al trio di amici; sua è l’idea di aprire la pensione per guadagnare i soldi per produrre un film. Terzo e ultimo, ma non per importanza, è Son Seung-won: molti di voi lo conosceranno per aver interpretato Sung-min in Age of Youth, e sono proprio la sua presenza e le somiglianze tra i due drama che mi hanno spinto a prenotarlo. Sung-min, cioè, Seung-won interpreterà Bong Doo-shik, uno scrittore freelance giunto a Seul per fare lo sceneggiatore, finendo invece in una girandola di lavoretti part-time che consisteranno nello scrivere per altra gente. Woohoo Waikiki ruoterà intorno alle comiche avventure che affronteranno gestendo la pensione, presso la quale arriverà una madre single con il suo bambino. Ryu Hwa-young è in trattative per il ruolo: se il suo personaggio non avrà una storia d’amore con Doo-shik mi va anche bene, altrimenti questa è decisamente la reunion sbagliata del cast di Age of Youth.

Woohoo Waikiki andrà in onda su JTBC a febbraio al termine di Just Between Lovers, ogni lunedì e martedì. Sono molto curiosa di vedere dove ci porterà!

Annuncio: Miss Korea

Il 18 dicembre 2013, la MBC lanciò sulle proprie reti Miss Korea, drama al comtempo profondo e leggero su un gruppetto di disadattati che decide di trasformare un’ascensorista in Miss Corea per destinare il premio in denaro al salvataggio della propria azienda dalla crisi finanziaria del 1997. Purtroppo per la MBC, nello stesso periodo sulla SBS andò in onda My Love from the Stars, il cui successo globale offuscò tutta la concorrenza.

Eppure è Miss Korea il drama a cui ho continuato a pensare nell’ultimo anno, da quando l’ho visto e adorato, e ci ho pensato talmente tanto che alla fine ho accettato che fosse destino e mi sono messa a sottotitolarlo. Ci risentiamo tra un po’ per la prima release.

Annuncio: Uncontrollably Fond

L’articolo di oggi ha un doppio scopo. Il primo, aggiornarvi sull’andamento di Cruel Palace: War of Flowers: mentre mi accingo a tradurre l’ultimo episodio, revisione e quality check sono cominciati in settimana e arrivati all’episodio 5. Entro quindici giorni comincerò la pubblicazione, perciò non c’è momento migliore per annunciare il progetto al quale mi dedicherò subito dopo, cioè Uncontrollably Fond: erano praticamente sei mesi che friggevo dalla smania di abbrancarlo prima che qualcuno me lo soffiasse, ma l’attesa non ha fatto altro che fortificare il mio attaccamento ad esso (e poi c’è Suzy ❤ ). Drama dell’estate 2016 i cui trailer non mi avevano convinto, guardandolo sono rimasta invece conquistata dalla sua storia amara, delicata e profonda. Seguiremo le vicende di Shin Joon-young (interpretato da Kim Woo-bin) nel ruolo di un attore giovane, famoso e sfacciato che scopre di essere malato terminale. Questo lo porterà a rivedere le scelte che ha fatto nella vita e gli errori che ha commesso con le persone care, soprattutto con Eul, una ragazza che gli piaceva ai tempi delle superiori e con la quale ha avuto un destino sfortunato.

Annuncio: Lost Love in Times

LostLoveinTimesSì, avete letto bene: il TFPA farà Lost Love in Times, sempre che qualcuno lo sottotitoli dal cinese all’inglese. Quando mi approccio a una serie di questo paese sono sempre un po’ titubante: la trama suona accattivante, ma molto spesso trucco esagerato, vestiti sgargianti, trailer troppo comici e, soprattutto, CG raccapricciante mi fanno desistere dalla visione, tant’è che finora ho guardato solo Scarlet Heart e Scarlet Heart 2. Ma! Il trailer di Lost Love in Times, uscito due giorni fa, è una meraviglia – l’ho messo nella scheda, è pure sottotitolato – e la CG è fatta con tutti i crismi. Alè! Sento a pelle che sarà una bella serie e voglio fidarmi, dopotutto ci sarà un motivo se il mio interesse non è mai scemato da quando ho appreso che era iniziata la produzione.

Tratta dal romanzo di Shi Shiye, vede William Chan e Liu Shishi nei panni dei protagonisti. Lei interpreta una ragazza che viaggia indietro nel tempo, finendo nel corpo di un’incantatrice, Feng Qingchen, che sta morendo in riva a un fiume. Ora, non so se la dinastia Wei Occidentale sia diventata un mondo parallelo per non falsificare la Storia o se abbiano tolto tutta la faccenda (per quanto mi riguarda, possono anche buttarla), l’importante è la parte dopo. Qingchen è l’unica sopravvissuta dell’organizzazione che protegge la famiglia reale ed è innamorata del principe Yuan Ling, ma la corte si oppone a questa relazione. Il giorno del matrimonio, il 7° Principe – anche qui, come in Scarlet Heart, ce ne sono diversi – scatena un colpo di stato e la nostra protagonista usa la magia per resettare il tempo e impedire che la vicenda si ripeta. Chi sta già scodinzolando di gioia come me? Tutto questo sembra terribilmente promettente: mi aspetto di vedere Qingchen, unica a ricordare cosa sia accaduto, ripercorrere il passato cercando di tenersi alla larga da Yuan Ling. La serie debutta il 6 luglio su Dragon TV e i toni di quanto si è visto finora anticipano una bellissima storia d’amore con quella punta di tragedia che a me piace tanto. Spero faranno uscire un nuovo trailer per capire qualcosa in più.

Annuncio: Age of Youth 2

age-of-youth-vNon abbiamo ancora guardato Age of Youth, né la traduzione è partita, che la JTBC ci annuncia la seconda stagione! E noi pronte saltiamo sul carro, anche se gli attori della prima stagione stanno ancora aggiustando le loro agende e la messa in onda sia ancora sconosciuta. La seconda stagione, indicativamente, continuerà a raccontare le avventure di cinque ragazze molto diverse che condividono un dormitorio all’università.

Annuncio: Our Gap-soon

SorimSo che adesso Hyeri mi ammazzerà perché sono qui ad annunciare un altro drama da tradurre senza neanche sapere com’è e quanti episodi avrà, ma io l’avevo avvisata che mi sarei immediatamente accaparrata il drama che avesse visto la reunion tra Song Jae-rim e Kim So-eun. È dalla fine di We Got Married più di un anno fa che attendo che la mia OTP torni insieme sullo schermo (e finalmente si baci, che diamine!) e adesso che sta succedendo mantengo la parola data e mi tuffo su Our Gap-soon, drama familiare che inizierà a fine agosto. Avrei preferito qualcosa di diverso, in realtà, ma vediamo un po’ che cosa viene fuori. Vediamo anche se riesco a organizzarmi e farlo mentre è ancora on-air. La scheda della serie verrà inserita quando saranno note maggiori informazioni. A presto!

Annuncio: Age of Youth

AgeofYouth2Non pensavo che il TFPA Subbing Team si sarebbe ritrovato così presto ad annunciare un drama – pensavo sarebbe accaduto più in autunno – e, soprattutto, un drama del 2016 non ancora andato in onda. Se avete guardato DramaItalia, sicuramente lo sapete già: si tratta di Age of Youth, a breve in onda su JTBC dopo Mirror of the Witch. Non è il drama storico che qualcuno aspettava, ma a breve arriverà anche quello – credo :).

Mi piace Park Eun-bin e la sua voce. Dopo la breve apparizione in Dream High, l’ho vista in Operation Proposal e poi in Queen Seondeok. Anche se non ho guardato il suo ultimo drama, Secret Door, del 2014, non vedevo l’ora che tornasse in TV, e finalmente sta accadendo. Ma non è stato solo questo ad avermi attirata verso Age of Youth quando Dramabeans ha annunciato le cinque candidate per interpretare le protagoniste, no: nel momento in cui ho letto che era la storia di cinque studentesse universitarie che vivono insieme, ho detto “Oh, che interessante. Chiyako, senti un po’”. È così che è andata e non ci siamo rese conto subito che avevamo praticamente deciso di sottotitolare in italiano il drama. Perché l’ho – l’abbiamo – trovato interessante? Perché ci ricorda la nostra situazione: con altre tre amiche e contemporaneamente cugine siamo insieme dalla terza elementare, complice che siamo pure vicine di casa, e, anche se una è un po’ latitante causa lavoro e impegni vari, noi altre quattro ci ritroviamo abbastanza frequentemente a divertirci, e ultimamente ci diamo anche alla recitazione.

Speriamo quindi che Age of Youth sia un bel drama, divertente, commovente, realistico, romantico, pieno di solidarietà femminile, amicizia e crescita personale. E ci farà un sacco piacere se lo seguirete con noi, ragazze!

Attacco in coda un veloce aggiornamento su Princess Jamyeong, che doveva cadere in questi giorni, ma che non si beccherà un suo articolo apposta. 35 episodi sono fatti e pronti, e devo iniziare a tradurre il 36. Purtroppo finirlo per il mio compleanno è un miraggio, ormai… Però di una cosa potete essere sicure: la prossima news su questo drama non sarà un aggiornamento, ma la release di tutta la serie!